Posted on

CAOS

Si sente spesso dire che oggi i giovani scrivono solo sui social, sottintendendo trattarsi di scritture (messaggi) magari poveri di contenuto o del tutto inutili, come se i ragazzi fossero privi della cognizione del reale. Invece esistono anche molti giovani che davvero si preoccupano per le sorti del proprio futuro e che, in senso più ampio, hanno a cuore quella che sarà o potrà essere la futura condizione umana. E dei loro pensieri, su questi ampi argomenti, ne scrivono sui libri.
I versi di Andrea risuonano di canto sociale, con tutti i disagi che traspaiono dall’organizzazione umana in una società che dovrebbe essere per sua definizione equa, ma che tale poco appare. La delusione data dal “mondo dei grandi” sui vari aspetti della distinzione sociale porta l’autore a trovare via di fuga, cioè una condizione migliore, nella scelta dell’anarchia: non una violenta ribellione fine a se stessa e senza risultato, ma una modalità di vita differente da quello che, in larga scala, viene imposto dall’alto come “giusto” o “migliore”.
Dal Caos in cui tutto sembra confluire, è difficile non trovarsi sommersi. Rabbia e senso di ingiustizia predominano come reazioni spontanee alla mancanza di senso della vita, quando sono lesi i fondamentali principi dell’esistenza. Così il poeta, scrittore anarchico per eccellenza, non può sottacere e denuncia nei suoi versi le mancanze del mondo in cui si trova a vivere, dando voce e specchio anche a quanti altri si trovano nelle medesime condizioni e non hanno modo di esprimere le loro simili sensazioni.
Alza sempre lo sguardo sii fiero, esorta quindi Andrea, perché non venga mai a mancare il coraggio a ogni persona per scuotersi a una sana ribellione: portare avanti, nonostante tutto, la propria passione, i propri ideali.

Ivana Cavalletti
Poetessa

 

Posted on

DRACULA HA UN CUORE

Ho scritto “Dracula ha un cuore” ispirato dalla mia adolescenza e dall’ingresso nell’età adulta. La prima parte è una raccolta di poesie che parla di esperienze e del mio stile di vita libertino, che penso si potesse identificare nel punk. Di sicuro il movimento letterario decadentista mi ha influenzato. Parlo di tutti i morsi che ho dato, dei paletti evitati e delle varie volatilizzazioni da un posto all’altro.

La seconda parte è una raccolta di pensieri ispirati dal mio percorso spirituale e dalla religione cattolica, a cui mi sono convertito dopo essermi smarrito e avendo trovato una luce, che cerco di descrivere come dei sussurri alla coscienza.

Nel titolo cito “Dracula” per descrivere una gioventù dai toni inquieti, sensuali, nascosti, esaltanti, ingenui e pericolosi. Poi dico che “Dracula ha un cuore”, perché questo mio vissuto, seppur difficile, ha conosciuto un fine spirituale salvifico, che mi ha introdotto nell’età adulta come una persona nuova. Ho preferito accettare invece che evadere, nonostante la fatica e la mia maniera goffa, perché disabituato alle tradizioni degli umani e ad amare.

Andrea Braia

Posted on

CALCIO. LA STAGIONE 2018-2019 A FUMETTI

Copertina Calcio 2018-2019

Edizioni Terra marique propone la prima pubblicazione della Collana Grafite, dedicata al fumetto.

Calcio. La stagione 2018-2019 a fumetti

Un libro che ripercorre la stagione calcistica 2018-2019.

La Serie A, la Nazionale, la Coppa Italia e le coppe europee raccontate nei loro fotogrammi più emozionanti.

Una pubblicazione originale, che mira a costruire, stagione dopo stagione, un archivio storico del nostro calcio, utilizzando il meraviglioso linguaggio dell’arte illustrativa.

Posted on

PAROLE ERRANTI

Immagine copertina Parole erranti

Più che poesie, l’autore ama definirli pensieri erranti, racconti di viaggio nati da un linguaggio distante anni luce da quello che la sua professione, tra numeri e calcoli, richiede. Il viaggio è il filo conduttore di una narrazione che dialoga con le immagini, con i colori e le sfumature impresse negli scatti del quotidiano, così come nelle fotografie che ritraggono luoghi lontani. L’esperienza dell’autore si trasforma in fonte di ispirazione per racconti intimi ed emozionanti.